Le 5 fasi della risposta sessuale

Il ciclo della risposta sessuale è contraddistinto da una serie di 5 fasi che vengono vissute diversamente nell’uomo e nella donna a livello sia psicologico che riguardante i cambiamenti fisiologici specifici. Conoscere ogni fase è molto importante poiché il disagio sessuale può compromettere in modo parziale o totale una di queste fasi e di seguito tutto il rapporto sessuale.

Ci introduciamo così nella complessità psico-corporea, in quel settore dove la parte inconscia o preconscia della nostra psiche comanda il corpo indipendentemente dal volere consapevole dell’individuo. E’ basilare valutare che la risposta sessuale è una attività molto complessa che risente sia dei conflitti intrapsichici, che dei fattori fisici, chimici, situazionali e cognitivi.

Le 5 fasi sono:

DESIDERIO: fase prettamente mentale che prelude al rapporto sessuale poiché innesca il desiderio dell’altro attraverso l’utilizzo di fantasie erotiche . Essa si attiva quando a livello cognitivo, neurofisiologico ed emotivo si crea l’impulso per la ricerca del piacere sessuale.

ECCITAZIONE: avviene a causa della stimolazione mentale e/o fisica ed è direttamente proporzionale al livello di desiderio sessuale. Durante l’eccitazione la persona prova variazioni psichiche e fisiche come il senso di abbandono e di maggior sensazione delle reazioni corporee (rigidità dei capezzoli, lubrificazione vaginale, tumescenza del pene, ecc.).

PLATEAU: è la fase di mantenimento e aumento del livello di eccitazione. Questo stadio è importante poiché funzionale al conseguimento dell’orgasmo.

ORGASMO: in questa fase la persona raggiunge il culmine del piacere e si libera della tensione sessuale accumulata precedentemente. Nello specifico, a livello psichico si assiste ad un forte calo della tensione sessuale, a livello fisico si attivano delle contrazioni ritmiche dei muscoli perineali (Il perineo consiste nell’insieme di muscoli e legamenti che si trovano alla base dell’addome, tra il pube e il coccige, che è l’ultimo osso in basso della colonna vertebrale) e degli organi riproduttivi che permettono l’orgasmo e l’eiaculazione nell’uomo e l’orgasmo nella donna.

Orgasmo ed eiaculazione sono due fenomeni distinti spesso valutati come inseparabili perché vengono vissuti insieme. In realtà ci può essere orgasmo senza eiaculazione e viceversa.

Anche la donna può eiaculare, si tratta di un liquido giallo che spesso, nella non consapevolezza, viene confuso all’urina destando forte imbarazzo.

RISOLUZIONE è quello stato di rilassamento che si prova dopo l’orgasmo, nel quale il corpo ritorna allo stato di pre-eccitamento e si vive una sensazione di benessere. A differenza della donna che può ricominciare subito dalla prima fase, l’uomo vive un periodo di stallo, chiamato refrattario, durante il quale, anche se stimolato, non è pronto per un nuovo orgasmo e una nuova eiaculazione. Durante il periodo refrattario è comunque possibile un inturgidimento del pene e di conseguenza la penetrazione; in alcuni casi, l’uomo utilizza questo inturgidimento per soddisfare comunque la partner, che è già pronta per un nuovo orgasmo e richiede la sua prestazione, e ciò avviene soprattutto nei casi di eiaculazione precoce.

Il periodo di tempo necessario per avere una nuova erezione può andare da pochi minuti a 24 ore, o a ulteriore temporalità, in quanto risente dell’età e dello stato psicofisico del maschio.

Dott.ssa Laura Pedrinelli Carrara
Psicologa e Psicoterapeuta
Formata in Sessuologia
Studio di Psicologia: Via Marche, 71
Senigallia (AN)
Tel. 347/9471337
www.laurapedrinellicarrara.it
laurapedrinelli@libero.it

 

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: