Il piacere sessuale

Ogni persona vive una propria sessualità, cioè è attratta, prova piacere e si eccita in determinate situazioni piuttosto che in altre, in certe zone del corpo diversamente da altre e attraverso stimoli sensoriali (visivi, tattili, olfattivi, gustativi e uditivi) simili o differenti per ogni individuo.

Il nucleo psichico del piacere

Il provare piacere erotico è qualcosa di altamente soggettivo perché la sessualità si sviluppa in base a costrutti psichici che nel tempo vengono memorizzati e trasformati in contenuti importanti per l’individuo.

Per fare un esempio, se fin da piccolo mi hanno abituato che l’affetto e il piacere passano attraverso il contatto per me ricevere carezze potrà essere qualcosa di altamente piacevole o meno in base al significato positivo o negativo che attribuivo a quella esperienza.

Questo perché la percezione del piacere sessuale non è una semplice reazione alla stimolazione di specifici recettori posti negli organi genitali, ma si basa su intense e soggettive elaborazioni psichiche.

Per questo motivo, la carezza erotica fatta dal partner amato o desiderato può essere più facilmente eccitante mentre quella fatta da un soggetto estraneo può risultare molto probabilmente ripugnante.

Questo è anche il motivo per il quale l’erotismo e l’autoerotismo necessitano spesso di fantasie sessuali stimolanti, magari rappresentate anche dal fatto che quella persona ci piace particolarmente, e non bastano da soli i sofisticati sextoys se non ci accludiamo determinate sensazioni e immagini piacevoli esperite o desiderate.

I diversi fattori del piacere

Il piacere sessuale è una dimensione personale altamente soggettiva nella quale convergono diversi tipi di fattori:

  • fattori fisiologici: come per es. recettori cutanei, recettori gustativi, determinate sensazioni corporee.
  • fattori psichici: come la percezione della propria immagine corporea, i significati attribuiti al piacere, al potere, all’affettività o la nostra autostima.
  • fattori socio-relazionali: come per es. il tipo di rapporto instaurato col partner o il rapporto in generale che abbiamo con l’altro.
  • fattori culturali: l’adattabilità o meno alle regole culturali riguardanti il sesso e la sessualità, il nostro modo di seguirle o di metterle in discussione.

Tutti questi fattori e il loro modo di interagire sono fondamentali per la percezione che poi abbiamo del piacere sessuale.

Dr.ssa Laura Pedrinelli Carrara
Psicologa Psicoterapeuta formata in Sessuologia
Studio di Senigallia Via Marche, 71
Tel. 347/9471337
www.laurapedrinellicarrara.it
www.psicosessualità.it

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: