Disturbo dell’Erezione Maschile

Si caratterizza per una persistente o ricorrente incapacità a raggiungere o a mantenere un’adeguata erezione fino al completamento dell’attività sessuale.Per l’uomo come per la donna, il disturbo può essere primario nel caso in cui l’uomo non ha mai avuto un’erezione adeguata durante l’esperienza sessuale, oppure secondario quando l’uomo ha già avuto dei rapporti sessuali completi prima che si presentasse la problematica. Inoltre Le modalità in cui si presenta questo disturbo sono molteplici: l’uomo può avere difficoltà di erezione fin dall’inizio del rapporto, oppure inizialmente ha l’erezione e la perde poco prima della penetrazione e subito dopo. Inoltre il disturbo può essere generalizzato (viene sperimentato in ogni circostanza) o situazionale (viene sperimentato solo in determinate circostanze).

Le cause di tale disturbo possono essere molteplici. Per prima cosa bisogna escludere che sia dovuta ad effetti fisiologici di sostanze o a una condizione medica particolare. Se quanto sopra descritto avviene in maniera circoscritta è importante non allarmarsi pensando immediatamente ad un disturbo. I fattori psicologici che possono influenzare questa disfunzione sono diversi come ad esempio tensioni all’interno della coppia, ansia da prestazione, eccessiva concentrazione sulle proprie sensazioni e bassa autostima.

Dott. Lorenzo Flori

Psicologo e Psicoterapeuta

Formato in Sessuologia clinica, EMDR, Operatore Training Autogeno, Psicoterapia Sensomotoria.

Riceve a Pesaro, Fano e Ancona

Tel. 349/6835389

www.drlorenzoflori.it

florilorenzo@libero.it

 

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: