Come l’igiene influenza la sessualità

Quando si pensa o si parla di sessualità, in molti casi, ci si concentra su contenuti che vanno dalle modalità più efficaci per ottenere maggior piacere, ai possibili disturbi sessuali o alle informazioni specifiche per approfondire determinati aspetti.

In questo articolo, comprenderemo come una corretta igiene possa migliorare la performance sessuale e come, al contrario, una non corretta igiene possa riversarsi non solo sul lato erotico, ma anche su quello psicologico e della salute.

Come un’igiene scorretta influenza la sessualità?

Ci sono varie situazioni o atteggiamenti che una scorretta igiene influenza nell’altro partner, vediamone alcune:

  • Calo della libido
  • Minor eccitazione
  • Minori fantasie sessuali
  • Imbarazzo durante il rapporto erotico
  • Limitazione delle performance, per esempio, ci può essere meno piacere a svolgere il sesso orale.
  • Ripercussioni sul clima di coppia, come il maggior nervosismo o distacco dal partner.
  • Diminuzione della frequenza dei rapporti sessuali.
  • Evitamento del bacio, per esempio, nei casi di fiato pesante.

Cosa provoca nel rapporto sessuale una igiene scorretta?

L’ incontro intimo comporta una prossimità che evidenzia odori o sapori sgradevoli influenzando il desiderio erotico in modo negativo.


Una piccola parentesi: un accenno ai feromoni e agli steroidi maschili e femminili

Per alcuni, gli esseri umani avrebbero, come gli animali, dei feromoni che giocherebbero un ruolo importante nell’attrazione sessuale. In questo caso, il sudore del partner potrebbe portare con sé quelle sostanze chimiche che agirebbero da rafforzatori dell’eros.

Di fatto, questa teoria non mette tutti d’accordo, alcuni scienziati affermano che l’organo olfattivo dell’essere umano non è così sensibile e altri invece che i feromoni non sono così decisivi nella sessualità.

Altri scienziati si riferiscono invece agli steroidi, affermando che esiste lo steroide maschile (androstadienone ), che si trova nel sudore e nello sperma e quello femminile (estrotetraenolo), che invece è prodotto nell’urina, i quali funzionerebbero un po’ come i feromoni per gli animali. Una ricerca pubblicata  nella rivista Royal Society Open Science confuterebbe questa teoria affermando che questi due steroidi non influirebbero sull’attrazione sessuale.


Comunque voi la pensiate, c’è differenza fra il sudore spontaneo durante l’atto sessuale e un odore intenso che già emana la persona.

Inoltre, la nostra cultura attuale ripudia la possibilità di emanare un odore corporeo intenso. Anche nei giorni più focosi del solleone, incontrare una persona che produce odore di sudore desta spesso l’idea che non si lavi abbastanza. All’opposto, spesso si esagera con i profumi e non è detto che sia sempre la scelta migliore.

La chimica è molto importante in una coppia e non soltanto in modo metaforico, ma anche e soprattutto sotto le lenzuola.

Per questo motivo, non condurre una accurata igiene sia del corpo che intima può risultare persino disgustante per il partner.

Quali sono le parti del corpo più influenzanti se non ben deterse?

  1. Le parti intime. Gli apparati genitali maschili e femminili, se non ben detersi possono sia essere visibilmente sporchi che emanare un cattivo odore e sapore. Essi, infatti, producono delle secrezioni fisiologiche che tendono a depositarsi se non vengono pulite.
  2. Le ascelle. È la zona di maggior produzione di sudore ed è quella più vicina al volto e al seno. Per questo motivo, più facilmente può arrivare all’altro partner l’odore di sudore soprattutto se già presente.
  3. La testa. Lavarsi di rado la testa può comportare un odore spiacevole non forte, ma che l’altro partner accusa nei momenti di intimità, proprio per la prossimità fra i due corpi.
  4. La pelle. Tutta la pelle del corpo emana un suo odore che, tramite il sudore, si accentua. Nel caso il soggetto avesse già sudato in precedenza o comunque non si fosse deterso, è possibile che l’odore del corpo sia maggiormente accentuato.
  5. L’abbigliamento. Sia quello esterno che quello intimo possono assorbire gli odori corporei e non essere percepiti nella loro intensità dal soggetto che li indossa per assuefazione. Al contrario, per il partner l’odore potrebbe essere intenso o comunque percepito.

Cattivo odore e buon odore: è oggettivo o soggettivo?

Non tutti abbiamo lo stesso naso, come non tutti abbiamo la stessa preferenza verso odori e sapori.

Ci sono persone che perdono completamente il desiderio di avere un rapporto sessuale col partner se lo vedono sporco e intriso di sudore, come per esempio subito dopo una partita di calcio.

Altri, invece, non hanno un olfatto così accentuato o non sviluppano un disagio per l’odore del partner o, al contrario, la visione del proprio uomo o della propria donna sporca e sudata crea tenerezza e non repulsione.

A farla da padrona sono i nostri sensi e i significati che quelle situazioni hanno per noi.

È indubbio, però, che nella maggior parte dei casi una sessualità intensa e appagante possa essere espressa fra due corpi puliti e arricchiti soltanto dai fluidi manifestati durante l’incontro amoroso, rispetto ad una situazione opposta.

Inoltre, una igiene non corretta può comportare problemi alla salute di entrambi.

Gli effetti della non corretta igiene intima sulla salute e sulla sessualità

A livello fisico

Una limitata igiene intima può creare disturbi come:

  • Prurito intimo
  • Irritazione intima
  • Cistiti
  • Infezioni

Alcune infezioni possono essere trasmesse all’altro partner durante il rapporto sessuale.

Inoltre, un disturbo intimo è un forte ostacolo alla sessualità sia a livello fisico che psicologico.

A livello psicologico

Una limitata igiene intima può influenzare i comportamenti dell’altro partner in diversi modi, per esempio:

  • Si sente non abbastanza considerato e amato
  • Abbassa il livello di autostima che ha verso il partner che non tiene una accurata igiene
  • Può diminuire la propria attrazione sessuale verso il partner
  • Può creare strategie comportamentali per attuare la sessualità dopo che il partner fa la doccia.
  • Può iniziare a distaccarsi affettivamente dal partner.
  • Può sviluppare comportamenti di evitamento o limitazione dell’intimità (di abbracci, di baci, ecc.).
  • Può volersi astenere dal sesso orale.

Alcune indicazioni per evitare una scorretta igiene e migliorare la sessualità

  1. Lavarsi accuratamente ogni giorno, soprattutto prima di un rapporto sessuale.
  2. Detergere le parti intime subito dopo il rapporto sessuale, se possibile rifare una doccia.
  3. Scegliere detergenti intimi con le giuste peculiarità in base alla propria soggettività.
  4. Valutare l’utilizzo di creme per diminuire l’odore ascellare.
  5. Indossare per la quotidianità un abbigliamento intimo di cotone e indossare quello più sensuale, che spesso è sintetico, nei momenti di coppia.
  6. Confrontarsi col partner riguardo agli odori, ma anche ai profumi che gradisce maggiormente.

Cosa produce una corretta igiene nella sessualità?

  • Rende più appagante la performance sessuale
  • Evita i disagi fisici intimi che diventano ostacoli per il rapporto intimo, come per esempio le infiammazioni.
  • Migliora la chimica psicofisica perché ogni partner gode degli odori e dei sapori dell’altro non alterati da una situazione di non corretta igiene.
  • Migliora il clima affettivo e intimo della coppia.

Possono interessarti anche i seguenti articoli

Dott.ssa Laura Pedrinelli Carrara
Psicologa e Psicoterapeuta
Formata in Sessuologia
Studio di Psicologia: Via Marche, 71
Senigallia (AN)
Tel. 347/9471337
www.laurapedrinellicarrara.it
laurapedrinelli@libero.it

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: